Fondi Lega, indagato assessore Galli per riciclaggio

10 dic 2019

La strada era tracciata da tempo e quel fascicolo che per mesi era rimasto a carico di ignoti ora vede un primo indagato per riciclaggio. Si tratta dell'Assessore l'Autonomia e alla Cultura della Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli, finito nell'inchiesta della Procura genovese, nella sua qualità di Presidente dell'associazione Maroni Presidente. L'ipotesi dei magistrati è che Galli abbia compiuto operazioni su una parte di quei 49 milioni di euro, frutto della truffa ai danni dello Stato, commessa tra il 2008 e il 2010 da Umberto Bossi e Francesco Belsito, per la quale lo scorso agosto la Cassazione aveva dichiarato prescritti i reati, confermando però la confisca del danaro. Soldi che la Lega sta dallo scorso settembre restituendo a rate allo Stato. L'indagine dei magistrati del pool reati economici di Genova, che hanno disposto perquisizioni in abitazioni e uffici a Milano, Monza e Lecco, era nata da un esposto di un ex revisore dei conti, condannato per il raggiro al Parlamento, e ipotizza il presunto riciclaggio di una parte di quei 49 milioni al fine di metterli al riparo dai sequestri. Come? Secondo i pubblici ministeri sarebbero stati fatti sparire in Lussemburgo attraverso la banca Sparkasse di Bolzano e poi fatti rientrare in parte subito dopo i primi sequestri disposti dalla Procura. La banca, dal canto suo, ha sempre sostenuto che quei fondi, circa 10 milioni, fossero soldi dello stesso istituto, slegati dal partito. A suffragare l'ipotesi investigativa però c'è un altro esposto, quello dell'ex Consigliere della lista Maroni Presidente Marco Tizzoni, che aveva adombrato il sospetto che l'associazione Maroni Presidente fosse stata tenuta nascosta ai Consiglieri - aveva detto - dovendo servire quale soggetto occulto d'intermediazione finanziaria in favore della Lega o di terzi. In merito alle indagini che riguardano un'associazione che porta il mio nome preciso di non aver mai avuto in essa alcun ruolo gestionale né operativo, ha fatto sapere l'ex Governatore della Lombardia Roberto Maroni. Sono certo, ha concluso, della correttezza della gestione da parte del Presidente e dei Consiglieri.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.