Formia, rissa tra minorenni: morto un ragazzo

17 feb 2021

Una tragedia apparentemente senza un perché. - Non c'è un motivo valido per quello che hanno fatto. Sono le 19:30 di martedì sera quando Romeo Buondanese, 17 anni di Formia esce da un bar sul lungomare assieme al cugino diretto verso il centro, fanno pochi passi, poi due ragazzi della provincia di Caserta, minorenni anche loro, li avvicinano, comincia una discussione. - Noi non li conoscevamo proprio. Non è che si erano organizzati... c'erano solo loro due. Noi stavamo parlando al bar del compleanno di 18 anni del ragazzo. Non era nessuna serata di... una serata tranquillissima. Uno dei due casertani estrae un coltello dalla tasca, un colpo raggiunge Romeo e gli recide un'arteria, un altro ferisce ad una gamba il cugino. Per il diciassettenne non c'è nulla da fare, steso su questa panchina perde sangue, troppo, portato di corsa al vicino ospedale Dono Svizzero gli vengono fatti diverse trasfusioni ma è tutto inutile. Anche il cugino viene portato in ospedale, è grave, ma non in pericolo di vita. - Giocavano con mio figlio, giocavano a calcio, tutto... basta così, non mi dite niente. mi sento un dolore peggio della mamma. - La polizia indaga su quanto avvenuto. Nella rissa sarebbe stata coinvolta una decina di ragazzi, uno dei due arrivati non si sa perché, dal Casertano, è finito in ospedale con una ferita alla mano. Ora è in stato di fermo indiziario per il reato di omicidio. Sarebbe stato lui a sferrare il colpo mortale. La polizia sta cercando anche l'amico complice che è scappato. Gli agenti hanno sentito diverse persone, dall'incrocio dei racconti verbalizzati emergerà la verità sulla fine di un diciassettenne che qui a Formia tutti descrivono come un bravo ragazzo. Sconcerto nella cittadina sul litorale al confine tra Lazio e Campania, - Mi dispiace, non ho parole.

pubblicità
pubblicità