Green pass, albergatori chiedono chiarezza

23 lug 2021

Green Pass si, o Green Pass no. Confusione e disorientamento tra gli albergatori che, sulla carta, dovrebbero poter accettare liberamente i clienti, salvo poi imporre loro l'obbligo della Certificazione Verde al momento di colazione, pranzo, cena o per l'utilizzo di altri servizi, quali la piscina, ad esempio. "Il vero problema, sono i ragazzi dai 12 anni in poi, come si farà questa gestione? È una gestione che creerà, non poche complicazione all'interno del sistema. Soprattutto se l'obiettivo era aprire ciò che era chiuso, aveva un senso, ma una misura fatta in questa maniera, va a chiudere ciò che era aperto". Un problema non da poco, che arriva nel bel mezzo di una stagione estiva che, anche quest'anno, qui in Puglia, fa registrare numeri da record. Agli operatori del settore, da qui, al 6 agosto, non resta che sperare in un intervento chiarificatore, da parte del Governo. "Il cliente che arriva in albergo, è controllato ed è tracciato, perché qualsiasi persona entra in albergo, viene tracciata. Quindi, se si dovesse verificare un caso Covid, c'è la possibilità di fare il tracciamento. Quindi la vedo una forzatura che va a creare delle complicazioni in un settore che è stato massacrato dal Covid e dopo 18 mesi, molti alberghi, penso agli alberghi delle zone delle città d'arte non hanno ancora riaperto".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast