Green pass, cosa cambia dal 1 settembre

30 ago 2021

Sì, allora, eccoci. Da settimane ormai bisogna avere il Green Pass in tasca per accedere a tutta una serie di servizi e attività. Erano rimasti esclusi i trasporti ma, attenzione, perché dal primo settembre si cambia. E allora cerchiamo di capire. Intanto per quanto riguarda il trasporto pubblico locale non sarà obbligatorio il Green Pass quindi per accedere a bus, metro, tram, niente certificato verde e anche per salire sul taxi e prendere il pullman. Ovviamente resta l'obbligo della mascherina e la capienza deve essere garantita all'80%. Attenzione però perché viene introdotta la figura del controllore che avrà il compito di verificare il rispetto delle regole. Si cambia invece per quanto riguarda i treni perché sarà obbligatorio il Green Pass a partire dal primo settembre soprattutto per i treni ad alta velocità e gli intercity. Sono esclusi invece i treni regionali anche se collegano regioni diverse. Allora cosa rischio se salgo su un treno senza il Green Pass? Ebbene, intanto il passeggero è invitato a scendere alla prima stazione utile poi nel frattempo viene spostato in uno spazio isolato sul treno creato appositamente, può rischiare una denuncia per falsa dichiarazione e nei suoi confronti scatta una doppia multa: da parte del controllore a bordo del treno e anche della Polizia Ferroviaria all'arrivo perché il nome viene segnalato. Andiamo avanti. Invece Green Pass obbligatorio dal primo settembre anche per quanto riguarda gli aerei: per i voli nazionali anche se è sufficiente il certificato rilasciato con una dose, per, invece, i voli internazionali bisogna avere completato da due settimane il ciclo vaccinale, solo in quel caso il nostro Green Pass è valido. Anche sugli aerei ovviamente è obbligatorio l'uso della mascherina a bordo per tutto il volo, la capienza invece sugli aerei, a differenza dei treni, è garantita al 100%. Questo significa: tutti i posti occupati. Poi Green Pass ancora obbligatorio dal primo settembre per navi e traghetti, vengono però esclusi i traghetti regionali e anche i collegamenti tra Sicilia e Calabria: quindi nello Stretto di Messina si viaggia senza Green Pass. Siamo quasi in conclusione. C'è poi il capitolo scuola. Sono ancora tanti i nodi da sciogliere. Che cosa si sa con certezza? Dal primo settembre obbligatorio il Green Pass per il personale scolastico e universitario, certificato obbligatorio per gli studenti universitari. Sono esentati invece tutti gli alunni fino alla quinta superiore. Si pensa, però, anzi, al via ai test salivari a campione per gli alunni di elementari e medie. Queste le novità dal prossimo primo settembre.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast