Caso Grillo, messaggi in chat: "Sembrava non volesse". VIDEO

12 mag 2021

Sono state chiuse per la seconda volta le indagini sul caso Ciro Grillo. Il figlio di Beppe Grillo e tre suoi amici sono accusati di violenza sessuale. La vittima una studentessa italo-norvegese che li denunciò nel luglio 2019. “Che è successo?”, si legge nei messaggi della chat del gruppo di amici. “È stato forte”, la risposta. Qualcuno chiede: “Ma com’era?”. “Mah... niente di che” scrive uno dei quattro, secondo il Corriere della Sera. “All’inizio sembrava che non volesse”, è un altro messag-gio. Grillo, Lauria e Capitta sono anche accusati di una seconda violenza sessuale nei confronti di un’amica della studentessa, con lei nella villetta. Alla base, delle foto oscene scattate mentre lei stava dormendo.

pubblicità
pubblicità