I numeri della pandemia: 445 morti e 34.505 in 24 ore

05 nov 2020

Nero su bianco, i dati diffusi dal bollettino del Ministero della Salute confermano i timori di una ripresa nelle ultime 24 ore, veloce, aggressiva, crescente della circolazione del virus Covid-19 nel nostro Paese. In particolare, è il dato dei morti: 445, vicino ai numeri dei decessi giornalieri del mese di aprile, nel pieno della prima ondata della pandemia. A confermare l'estrema necessità di introdurre misure stringenti di controllo della circolazione del virus e quindi dei movimenti delle persone, la sospensione delle libertà personali, che entreranno in vigore in base ai dati delle regioni. Crescono e superano di gran lunga i 30.000 i casi di positivi. Sono infatti 34.505, circa 4000 in più rispetto al dato precedente su 219.884 tamponi effettuati in tutto il territorio nazionale in 24 ore. Anche questo un nuovo record. Cresce di conseguenza, in percentuale, anche il numero di tamponi positivi su quelli effettuati e si attesta al 15,7%. Anche questo dato in aumento. Non ci sono stati picchi d'ingresso di terapie intensive registrati come il 3 ottobre, ma sono stati più di 1000 i pazienti bisognosi di ricovero e 99 quelli entrati in terapia intensiva, portando il totale a 2391 pazienti più gravi. A livello regionale si diffonde la positività e ancora una volta è la Lombardia a far segnare il peggior incremento con 8821 positivi. Seguono la Campania con 3888, il Veneto con 3264, il Piemonte con 3171. Oltre 2000 sono invece i casi del Lazio, della Toscana e dell'Emilia Romagna ed è nell'incrocio dei dati provenienti dalle regioni che si determinano le misure progressive di inibizione alla circolazione nelle città.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast