Il papa a Casal Bertone: Roma soffre di degrado e abbandono

23 giu 2019

Processione per le strade della città per il Corpus Domini, tradizione tuttora viva molte nazioni, in occasione della festa del corpo del sangue di Cristo, ma questa processione a Casalbertone, periferia di Roma, ha una particolarità: ad essa partecipa anche se non cammina coi fedeli, Papa Francesco. Partito dalla Chiesa di Santa Maria Consolatrice, quella di cui era titolare il cardinale Joseph Ratzinger, prima che diventasse Pontefice la processione guidata dal cardinale vicario del Papa per Roma, Angelo de Donatis arriva fino al campo sportivo, attraversando le strade del quartiere per indicare la presenza concreta di Dio e lì dove la gente vive ogni giorno. All'omelia della messa sul sagrato della Chiesa, il Papa con parole forti destinate a non piacere a chi gestisce la capitale, ha denunciato il degrado della città di Roma e richiamato l'impegno i cristiani. Nella nostra città affamata di amore e di cura, che soffre di degrado e abbandono davanti a tanti anziani soli, a famiglie in difficoltà, ai giovani che stentano a guadagnarsi il pane per alimentare i sogni, il Signore ti dice tu stesso dà loro da mangiare. "L'eucarestia è una scuola di benedizioni", dice Francesco che contrasta con la facilità con cui oggi si maledice, si disprezza, si insulta. Spesso purtroppo chi grida di più è più forte di chi è più arrabbiato sembra avere ragione per raccogliere il consenso. Non lasciamoci contagiare dell'arroganza. Non lasciamoci invadere dall'amarezza noi che mangiamo il pane che porta in sé ogni dolcezza.

pubblicità
pubblicità