Inchiesta lobby nera, indagati a Milano Fidanza e Lavarini

06 ott 2021

Dopo l'esposto presentato da Verdi ed Europa Verde, è stato l'approfondimento degli elementi a disposizione dei magistrati milanesi a fare scattare l'iscrizione nel registro degli indagati con l'accusa di riciclaggio e finanziamento illecito ai partiti. Il fascicolo è quello scaturito dell'inchiesta giornalistica di Fanpage sulla campagna elettorale di Fratelli d'Italia e che ora vede indagati l'europarlamentare autosospesosi Carlo Fidanza e l'attivista Roberto Jonghi Lavarini, detto il "barone nero", la cui abitazione nelle scorse ore è stata perquisita dagli uomini del nucleo di Polizia economico e finanziaria della Guardia di Finanza di Milano. I pubblici ministeri coordinati dall'aggiunto Maurizio Romanelli hanno acquisito le oltre 100 ore di registrazioni dei dialoghi tra un cronista che per tre anni ha frequentato gli ambienti milanesi di Fratelli d'Italia fingendosi un imprenditore, Jonghi Lavarini, già condannato a due anni per apologia del fascismo, Fidanza e la neoconsigliera del Comune di Milano, non indagata, Chiara Valcepina. Dai dialoghi tra il giornalista infiltrato e i suoi interlocutori sarebbe venuto a galla un presunto sistema di cosiddetta "lavanderia" per pulire soldi versati in nero destinati alla campagna elettorale. Dal video emerge come al fantomatico finanziatore sarebbe stata prospettata sia la strada per un finanziamento regolare, sia quella di un finanziamento di danaro in nero utilizzando personaggi compiacenti. Il meccanismo, stando al servizio, prevedeva di versare i soldi a due imprenditori disposti a incassarli in nero che a loro volta avrebbero poi fatto un versamento regolare sul conto della candidata al consiglio comunale per finanziare la sua campagna elettorale. Un meccanismo quest'ultimo che, stando a un altro colloquio ripreso dal cronista, sembra sia stato usato altre volte. L'obiettivo degli investigatori ora sarà, anzitutto, verificare la concretezza delle confidenze fatte da Jonghi Lavarini e Fidanza all'infiltrato di Fanpage, intanto l'europarlamentare si dice "Sereno e a disposizione della Procura per chiarire quanto prima ogni aspetto della vicenda".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast