Incidente Cuneo, la procura: nessun abuso di alcol o droghe

13 ago 2020

Niente abuso di alcol o di altre sostanze stupefacenti per i ragazzi superstiti dell'incidente di Castelmagno, attualmente ricoverati in ospedale. Per ora è l'unica certezza. Secondo il Procuratore aggiunto di Cuneo, Gabriella Viglione, per stabilire invece le cause e la dinamica dell'incidente i tempi non saranno brevi, si dovrà senz’altro attendere l'esito dell'autopsia sul corpo del 24enne alla guida del fuoristrada finito in una scarpata nella notte tra martedì e mercoledì mentre percorreva una strada sterrata in Alta Valle Grana, nel cuneese. Tra i punti fermi dell'indagine: su quel mezzo, un fuoristrada Land Rover Defender 130 omologato per sei persone viaggiavano in nove. Gli investigatori non escludono ancora nessuna ipotesi, neppure quella di un animale che abbia attraversato all’improvviso la strada. La Procura ha concesso il nullaosta per i funerali delle altre 4 vittime e per tutto il giorno sono state moltissime le visite alla camera ardente allestita nella sala San Giovanni del Comune di Cuneo, che già da queste ore con le bandiere a mezz’asta ha annunciato il lutto cittadino per rendere omaggio alle cinque giovani vittime della tragedia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.