Italia ancora in zona arancione, le regole

29 dic 2020

Oggi e domani l'Italia sarà ancora in fascia arancione, così come nella sola giornata del 4 gennaio, che vuol dire misure meno restrittive. Ci si può muovere liberamente all'interno del proprio Comune senza autocertificazione. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5. E' possibile far visita a un parente o un amico con autocertificazione fuori dal proprio Comune, ma una sola volta al giorno. Ci si può spostare, invece, nel Comune con meno di 5 mila abitanti, purché la distanza non superi i 30 chilometri. E' vietato andare in un'altra Regione, tranne che per comprovate esigenze. Okay all'attività motoria all'aperto nel proprio Comune, mentre restano chiuse palestre, piscine e centri sportivi. Negozi aperti fino alle 21, mentre a bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono consentiti solo l'asporto e la consegna a domicilio. Dal 31 dicembre si torna in zona rossa. Così anche l'1, il 2, il 3, 5 e 6 gennaio. Ma la data ormai più attesa è il 15 gennaio, quando scadrà il Dpcm che divide l'Italia in fasce di rischio. Molto dipenderà dall'andamento della curva dei contagi post festività. Il Governo sta valutando il da farsi su parere del Comitato tecnico-scientifico. Cinema, teatri, palestre e piscine potrebbe non riaprire, mentre il 7 gennaio torneranno in aula metà degli studenti delle scuole superiori. L'ordinanza firmata dal Ministro Speranza prevede l'attività in presenza al 50%.

pubblicità