La corsa al tampone non si ferma nemmeno a Natale

25 dic 2021

"Prevalentemente, abbiamo fatto un calcolo ieri in direzione sanitaria, sono prevalentemente persone fine quarantena o contatti. I centri aperti, sono tre nella nostra Auvulsa, Altivole, Conegliano e la Dogana dalle 8 alle 11". Il lungo serpentone di auto già alle 9 del mattino. Centinaia di persone, in paziente attesa anche il giorno di Natale, per sottoporsi al tampone. All'ex Dogana di Treviso, il primo Covid Point del Veneto, persone a fine quarantena, sintomatiche o a rischio per contatti compositivi. "I miei bambini, hanno manifestato i sintomi nei giorni scorsi, per tanto la guardia medica ci ha consigliato il tampone". Avete aspettato molto? "No devo dire che il centro funziona bene, nonostante ci fosse molta gente, abbiamo risolto in poco meno di un quarto d'ora". "Abbiamo fatto un calcolo, del più o meno gli accessi perché essendo prevedibili siamo riusciti, gli operatori li abbiamo messi in base al numero di accessi previsti. Ma è tranquillo". Nelle strutture pubbliche, si accede solo con impegnativa del medico. "Mancanza di informazione o qualsiasi cosa, viene qua spontaneamente non sapendo che non si possono più fare tamponi". Viene rimandato indietro cosa fate? "E' per forza. Non voglio mandarli indietro, a volte ci chiedono se c'è qualche soluzione. Noi a volte sappiamo indicare delle altre strutture dove possono farlo, piuttosto farmacie e piuttosto che cliniche private". In alternativa farmacie e laboratori privati accreditati, negli ultimi giorni presi d'assalto dai cittadini, per partecipare in sicurezza a cenoni e riunioni familiari.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA