Lazio, a Roccagorga zona rossa per variante inglese

16 feb 2021

101 casi nel giro di poche ore, un contagio immediato e diffuso quello che ha colpito questo paesino di quattromila anime sui monti Lepini, in provincia di Latina. È al 90% la variante inglese del Covid, portata qui, forse, da qualche pendolare. - C'è stata un'enorme diffusione, molto rapida. C'è stato un contagio che ha interessato anche le fasce giovani, soprattutto i bambini, e sappiamo che la variante inglese si diffonde anche in queste fasce d'età e poi, diciamo, la correlazione con il fatto che non ci sono sintomi molti tirano molto gravi. Infatti abbiamo tante persone asintomatiche, un po' sintomatiche, qualcuno ricoverato presso il Santa Maria Goretti, ma nei reparti Covid e non assolutamente nelle terapie intensive. - Da lunedì 15 febbraio per 72 ore l'intero paese è in lockdown. Il Sindaco ha preferito mettere in atto tutte le misure più stringenti, istituendo una zona rossa che consente solo la vendita di generi alimentari e beni di prima necessità. Il primo cluster è scoppiato venerdì scorso in questo asilo con 7 bimbi tra i 3 e i 5 anni che sono risultati positivi, al covid, il contagio si è presto diffuso ai contatti stretti: fratelli, insegnanti e personale scolastico. Diversa la situazione nell'altro cluster, a quello della residenza per anziani appena fuori dal paese, dove sabato sono stati registrati 22 casi di contagio. Qui è già stata esclusa la presenza di ogni variante del virus. Venerdì è stata sottoposta ai test al drive in di Priverno tutta la scuola dell'infanzia Salcani: alunni, insegnanti e personale scolastico. Sabato, invece, incomincia lo screening di massa su tutta la popolazione in un drive in che sarà allestito a località Prati. S'inizia con i tamponi a tappeto ai giovani tra i 20 e i 24 anni. I giovani un po' come gli anziani hanno pagato tutti lo scotto della zona rossa, del lockdown. I ragazzi, tra virgolette, penso che abbiamo capito un messaggio anche di incoraggiamento verso di loro, verso chi sta a casa.

pubblicità
pubblicità