Le sardine in piazza a Milano. VIDEO

01 dic 2019

A Milano nuotano le sardine, è proprio il caso di dirlo visto il diluvio che si è scatenato sulla città proprio in questi minuti. Sta iniziando, tra cori intonati di "Bella ciao" e tra gli slogan, lo slogan della manifestazione di Milano è: "Milano non si Lega", stanno iniziando a parlare i rappresentanti del movimento dal palco. Dicevi dei numeri, la manifestazione era prevista originariamente in Piazza dei Mercanti che è una piazza proprio qui accanto, poi, visto l'enorme numero di persone che sono affluite, la Digos ha deciso di spostare la manifestazione proprio in piazza, la vedete la piazza del Duomo, non so se l'operatore mi può aiutare, gremita di persone, proprio di fronte al sagrato del Duomo di Milano. Sentite in questo momento gli slogan del movimento. Io sono insieme a un rappresentante del movimento, una portavoce del movimento a Milano, Simona Regondi, a cui chiediamo proprio il senso di questa manifestazione, qui a Milano. Buonasera a tutti, intanto il senso della manifestazione di Milano è uguale al senso dei tutte le altre nostre piazze che sono importanti tutte allo stesso modo. Il senso è fondamentalmente che chiediamo il ritorno di una politica non aggressiva, che abbandoni l'odio come base di comunicazione, che si riprenda il compito di dialogare e di pensare a quelli che sono i valori fondamentali della Costituzione, tra cui la solidarietà. Senta, il sindaco di Milano ha deciso di non esserci, ha detto: "sono solidale, ma non voglio in nessun modo metterci sopra il cappello". Noi per questo ringraziamo Beppe Sala, ringraziamo il nostro sindaco, perché la sua presenza avrebbe sicuramente fatto convergere su di lui tutti gli sguardi e creato forse tensioni perché chi vuole creare tensioni c'è sempre e utilizza qualunque scambio. Quindi il nostro personale ringraziamento per questa decisione del Sindaco che sappiamo essere con noi. Ecco, grande seguito in Italia fino a questo momento, poi in molte città, dopo Modena e Bologna c'è stata a Pesaro, Cosenza e ovviamente Firenze ieri sera, di cui siete molto soddisfatti, - 40mila persone. - Io sono anche molto soddisfatta di Taranto oggi. Per noi Taranto ha una piazza assolutamente fondamentale perché Taranto non è l'ILVA ed è proprio ora, anche su questa città, di ricostruire un dialogo diverso. Senta si diceva di Firenze, oggi su Facebook Matteo Salvini ha postato un'accusa molto dura su quello che è successo al Sindaco di Massa che è stato aggredito in piazza ieri a a Firenze. Ha lanciato delle accuse molto pesanti, - ha parlato di nazismo rosso. - Le aggressioni anche quelle verbali non sono mai bene accette. C'è da dire che purtroppo il nostro Paese è stato abituato all'aggressività verbale e fisica. Quindi voi manifestate anche per dire no all'aggressione verbale e fisica, anche se ieri in manifestazione c'è stata un'aggressione? Sicuramente prendiamo le distanze. Io ho letto quello che c'è stato. Non avuto occasione di scambiare direttamente delle informazioni con chie era lì, qualunque tipo di violenza, per quanto ci riguarda, - non ci appartiene. - Io ringrazio molto il portavoce di Milano del movimento, ora seguiremo dal palco i rappresentanti del movimento che parleranno e faranno il loro discorso. Un ultima cosa: L'ultima cosa, la nostra manifestazione ha poche parole di esponenti nostri diciamo, ci saranno tanti canti... - Anche perchè vi state organizzando ancora? - Sì, certamente. Ma in questo momento sul palco ci sono dei ragazzi che stanno leggendo i 12 articoli della Costituzione.

pubblicità
pubblicità