Le violenze contro le donne sono in aumento

22 nov 2019

Minacce, umiliazioni, percosse maltrattamenti di ogni tipo. Le violenze contro le donne sono in aumento. Dai dati raccolti e diffusi dalla Polizia di Stato per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, emerge un quadro drammatico. Nel solo mese di marzo, ad esempio, del 2019, in media circa ogni 15 minuti è stata registrata una vittima di soprusi, per un totale di 88 casi. Nell'82% delle volte chi fa del male ha le chiavi di casa. Per quanto riguarda i femminicidi, i dati non sono confortanti perché si registra un aumento percentuale. Si passa dal 37% dei delitti sul totale delle vittime del 2018 al 49% nel periodo gennaio/agosto del 2019, all'incirca il 12% in più. Nella maggior parte dei casi il carnefice è il partner o l'ex compagno. La parola magica è “prevenzione” cioè arrivare prima che il ciclo della violenza dal maltrattamento finisca col femminicidio. Su questo spazio di manovra stiamo puntando moltissimo con strumentazioni, con normative, con la capacità di lavorare in rete. Perché è determinante, in questo genere di reati, colpire il fenomeno non soltanto con la repressione e con l'attività di Polizia, anche se preventiva. Penso, per esempio, all'ammonimento. Ma attraverso l'intervento di attori diversi. Il dato positivo, però, è che c'è una maggiore coscienza dei delitti subiti e una rinnovata propensione e fiducia nel denunciare. Sempre più donne si rendono conto che gli atti di violenza contro di loro, costituiscono un reato. Da nord a sud l'aumento di vittime è lo stesso, in Piemonte, così come in Sicilia. Nelle piazze, i camper della Polizia di Stato Sono arrivate anche quest'anno, per la consueta edizione della campagna “Questo non è amore”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.