Lecce, 29enne uccisa dall’ex arrivato da Napoli

02 feb 2021

Sonia Di Maggio, 29 anni, aveva scelto il Salento per lasciarsi alle spalle un passato difficile, da un mese viveva a Specchia Gallone con Francesco Damiano, il nuovo fidanzato conosciuto in chat. Ma ieri sera quel passato si è materializzato tra le stradine della tranquilla frazione di Minervino di Lecce, mentre andavano al supermercato Sonia e Francesco si sono trovati davanti Salvatore Carfora, il trentanovenne napoletano col quale la ragazza originaria di Rimini aveva diviso gli ultimi mesi e che non si era mai rassegnato alla fine della loro storia. L'uomo, arrivato poco prima in pullman, si era portato dietro un coltello col quale ha aggredito e ucciso la ventinovenne sotto gli occhi del fidanzato, che ha dato subito l'allarme chiamando la madre. Mamma corri che Sonia sta sanguinando, è stata accoltellata, io ho chiesto da chi, non lo so ha detto, il suo ex. Come il suo ex, io credevo che scherzava, poi mi sono messa a correre io e l'altro mio figlio, siamo arrivati là ma ormai era già morta. La fuga dell'assassino, pregiudicato senza fissa dimora, è durata poche ore. I poliziotti lo hanno rintracciato e arrestato a Otranto mentre cercava di salire su un pullman che lo avrebbe riportato in Campania. È sicuramente un soggetto poco lucido e ancor più poco lucido appariva stamattina dopo aver commesso questo fatto, tant'è vero che un periodo di detenzione lui l' ha avuta nel carcere di Aversa, che è un carcere proprio speciale per questi soggetti, da cui è uscito neanche tanto tempo fa, a giugno del 2020, quindi sicuramente un soggetto con delle turbe.

pubblicità
pubblicità