Lecce, 70enne arrestato per omicidio ex carabiniere

29 ott 2021

Non accettava che sua figlia avesse lasciato il marito per frequentare quell'ex carabiniere e non riuscendo a convincerla a tornare sui propri passi avrebbe deciso di prendersela con il nuovo compagno, arrivando ad ucciderlo a colpi di fucile. È così che i Carabinieri di Lecce spiegano l'omicidio del loro ex collega Silvano Nestola 46enne maresciallo in pensione, ammazzato la sera del 3 maggio scorso, mentre in compagnia del figlio undicenne, rimasto fortunatamente illeso, lasciava la villa della sorella nelle campagne di Copertino dove erano stati a cena. Il presunto assassino si chiama Michele Aportone e ha 70 anni. Quella sera, secondo la ricostruzione degli investigatori, si sarebbe appostato per ore all'esterno della villetta attendendo che Silvano Nestola uscisse per ucciderlo a colpi di fucile. I Carabinieri che esclusero da subito piste diverse da quella passionale arrivarono in pochi giorni al settantenne. Indagato a piede libero con la moglie anche lei contraria alla relazione a tal punto da aver affrontato più volte per strada l'ex maresciallo. Si scoprirà che i coniugi erano così ossessionati da essere arrivati ad installare un GPS sull'auto della figlia per monitorarne gli spostamenti. Le successive indagini che vedranno il coinvolgimento del RIS di Roma avrebbero consentito di rafforzare il quadro indiziario contro Michele Aportone fino a raccogliere gli elementi necessari per l'arresto avvenuto questa mattina nella sua abitazione di San Donaci.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast