Lombardia, scontro iss regione sui dati

26 gen 2021

Sui numeri si è scatenata la tempesta, la complicata rete didattica determina l'RT, l'indice di contagio da cui scaturiscono i colori, per la Lombardia una lunga zona rossa ora in discussione. L'Istituto Superiore di Sanità comunica di aver inviato 54 segnalazioni di errore dal maggio 2020 alla regione Lombardia. Incompletezza e incongruenze, l'ultima quella del 7 gennaio da cui è derivata la zona rossa poi diventata arancione. 50,3 è la percentuale di casi incompleti per sintomatologia, spiega l'Iss, lacune che hanno modificato la RT. Uscita ad orologeria secondo il presidente della regione Fontana, l'Istituto Superiore sposta il tiro per coprire le proprie mancanze, ossia il malfunzionamento dell'algoritmo che determina l'RT la reazione del governatore. Fontana accusa l'Istituto Superiore di Sanità di aver assunto valore politico e attende il responso del Tar del Lazio sul ricorso depositato. La tempesta dei numeri si è abbattuta sul Consiglio regionale, in ginocchio per chiedere la pubblicazione dei dati disaggregati la mattina, il gesto del consigliere Usuelli di + Europa ha preceduto l'abbandono delle minoranze il pomeriggio per la stessa ragione. Tra cartelli, disobbedienza civile e fischi, il Pirellone vive giorni sempre più difficili.

pubblicità