Lotta al Covid, Lazio al lavoro su tracciamento Omicron

28 nov 2021

La prima arma per contrastare la variante Omicron è il tracciamento di massa. Il Ministero della Salute ha già consegnato le liste dei passeggeri residenti nel Lazio ed entrate Fiumicino degli ultimi 15 giorni dalle zone interne dell'Africa meridionale. Sono 130 ed è su questi che si sta lavorando, rintracciandoli e sottoponendoli a screening attraverso tamponi molecolari. Al tempo stesso all'aeroporto di Fiumicino sono stati intensificati i controlli e il Sindaco di Fiumicino ha disposto l'utilizzo della mascherina anche all'aperto. "I nostri stanno già al lavoro per fare i tracciamenti e anche i sequenziamenti dei tamponi. Noi ci siamo subito attivati attraverso lo Spallanzani, è stata fatta immediatamente una call internazionale con l'omonimo istituto di Johannesburg anche per capire tecnicamente cos'è questa variante e soprattutto quanto la copertura vaccinale copre anche gli effetti di questa variante. Ieri c'è stato un fatto importe, che per la prima volta raddoppiano le prime dosi. Ovvero coloro che non avevano mai fatto finora una vaccinazione. Ne abbiamo avuti oltre 4000." Una spinta importante per circoscrivere il gap dei non vaccinati in una regione che ha superato quota 9,3 milioni di somministrazioni, Con 630 mila dosi di richiamo pari al 13% della platea. Resta stabile il dato sui nuovi casi che si attesta a 1.255 nelle ultime 24 ore, e nonostante la pioggia e il freddo sono andate sold out le dosi booster ovvero i posti messi a disposizione nel open day degli over40 organizzata oggi negli hub romani. Code e file come ad esempio all'Eastman del Policlinico Umberto I che vediamo nelle immagini.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA