L'ultimo saluto a Stefano D'Orazio

09 nov 2020

Il popolo dei Pooh si è stretto intorno a Stefano D'Orazio, applausi, saluti composti, qualche strofa intonata tra le sue canzoni più belle, nel rispetto delle misure anti covid in molti hanno voluto comunque salutare il batterista e paroliere lungo il corteo funebre che dal Campidoglio è passato per piazza Venezia, via del Corso, via del Tritone, piazza di Spagna e via del Babuino, scortato dai motociclisti della polizia locale di Roma. Il feretro, poi è stato accompagnato da altra commozione, una volta giunto a piazza del popolo dove si sono tenuti i funerali in forma privata nella Chiesa degli artisti. Oltre ai suoi fratelli, ossia i compagni di sempre della band e la moglie Tiziana, anche amici come Lorella Cuccarini o Roberto Ciufoli. Il dolore e la commozione erano stati molti anche nei giorni scorsi sui social dove i colleghi lo avevano voluto salutare e ricordare come un artista e un uomo dalla grande umanità.

pubblicità