Maltempo Pescara, la città conta i danni

11 lug 2019

Dopo l'eccezionale ondata di maltempo Pescara si trova a fare la conta dei danni: 18 feriti, per fortuna lievi, allagamenti, strade dissestate, agricoltura fortemente in difficoltà, auto, abitazioni danneggiate, ma anche attività commerciali che non possono riaprire. La situazione sta tornando alla normalità, ma ci sono volute più di 24 ore di lavoro senza sosta per aspirare l'acqua che aveva allagato parcheggi e garage. Nel parcheggio dell'Ospedale e in un altro piuttosto grande che si chiama Ferrari sono dovuti intervenire persino i sommozzatori per scongiurare la presenza di persone intrappolate nelle auto sommerse da oltre 2 m d'acqua. Danni anche all'Ospedale. La conta non sarà un affare semplice. Qui siamo in uno dei tanti garage allagati a causa della bomba d'acqua che è seguita alla fortissima grandinata qui a Pescara. Pensate, l'acqua arrivava fino a qui, c'è ancora il segno. Dietro di me, accanto a me, le persone stanno lavorando da ieri per cercare di tirare via l'acqua da questo garage. Tanta paura, qui abitano anche persone anziane che rischiavano di restare intrappolate in casa. Praticamente è stato un fiume, è stato tutto forse in due minuti. È stato un fiume, penso che veniva l'acqua da Pescara Colli e praticamente si è deposita tutta qui. Diciamo che questo lo uso come studio principalmente, ha avuto dei danni. Si è allagato circa 40 cm di acqua dentro, avevo degli strumenti, diciamo, molto pregiati che hanno subito dei danni abbastanza importanti. Praticamente danni ingenti, perché senza la centralina il forno non si può accendere, non funziona e, quindi, noi non abbiamo potuto panificare stanotte e non si sa quando possiamo cominciare a panificare. Ci ha messi in ginocchio questo tempo. Stiamo contando i danni, perché abbiamo quattro imprese che stanno lavorando sulla somma urgenza per valutare i danni e soprattutto intervenire tempestivamente per ripristinare una situazione di viabilità normale. Il Presidente della Regione chiederà lo stato di emergenza. Questa mattina abbiamo riunito i Sindaci per fare la stima, iniziare questa stima dei danni e presentare al Governo la lista degli interventi che dovremo assolutamente fare e per i quali chiediamo il riconoscimento dell'eccezionalità dell'evento. Un evento di portata non prevedibile, dicono dalle Istituzioni locali. C'era un'allerta meteo, ma era gialla. La città si è, invece, trovata a contare danni e feriti per la grandine e la pioggia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.