Mare calmo e sbarchi che riprendono, a Lampedusa in 686

28 set 2021

Migranti provenienti da Siria, Bangladesh, Marocco ed Egitto. Tutti a bordo di un peschereccio che, nella notte, scortato dalle motovedette della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera, è giunto all'interno del piccolo porto di Lampedusa. A bordo 686 persone, tra loro anche donne e bambini. Dopo giorni di calma, dovuti alle cattive condizioni del mare, i viaggi della speranza sono ripresi. Il peschereccio carico di persone, secondo le prime informazioni che sono state raccolte, è partito dalle coste della Libia. Tutti, dopo essere stati sottoposti ai controlli anti COVID sono poi stati trasferiti nel centro di accoglienza di Contrada Imbriacola, in attesa della nave quarantena per svuotare l'Hotspot dove, complessivamente, si trovano al momento circa mille persone. Nelle prossime ore, grazie all'arrivo delle navi da Augusta, la struttura sarà parzialmente svuotata. L'arrivo di un numero così elevato di migranti su una sola imbarcazione, sottolinea il Procuratore di Agrigento, fa capire come dietro questo fenomeno ci siano organizzazioni criminali strutturate sulle quali è necessario indagare. Altri 50 migranti sono giunti nelle ultime ore sull'isola a bordo di piccole imbarcazioni, mentre a Cala Pulcino sono stati ritrovati in mare resti umani, probabilmente la vittima di un naufragio.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast