Mascherine, in Lombardia ne servono 1 milone al giorno

18 mar 2020

L'obiettivo è proteggere tutti. Dalla Regione Lombardia arriva il proposito che è anche l'invito a tutti ad utilizzare il maggior numero di precauzioni possibili in questo periodo per evitare contagi. “Molte aziende lombarde si stanno organizzando - commenta l'assessore Caparini - per riconvertire la loro produzione in quella di mascherine, sia per uso sanitario sia per uso generico. L'obiettivo - conclude l'Assessore al Bilancio - è che la Lombardia non solo sia autonoma per il suo fabbisogno e che tutti siano protetti, quindi non solo chi lavora in ambito sanitario, ma anche che le aziende lombarde riescano a distribuirne nel resto del territorio nazionale”. Tanto per avere un metro di misura, la Lombardia ha bisogno, mediamente, di 1 milione di mascherine al giorno. All'appello hanno risposto una quarantina di aziende che si stanno organizzando, soprattutto con le necessarie certificazioni alle quali sta lavorando il Politecnico di Milano. Nel bresciano, un'azienda leader nella produzione di calze ha iniziato a produrre questo tipo di mascherina non utilizzabile in presidi sanitari, ma in tutti gli altri ambienti: dai supermercati alle banche, a chi deve spostarsi per lavoro. La poliammide con all'interno ioni d'argento, quindi, ioni d'argento aiutano a togliere la parte batterica sul prodotto, oltre a quello lo rafforziamo per avere un 95% di concretezza del prodotto con un trattamento sanitario che amplifica ancora questo procedimento, quindi igienizza tutto il prodotto. Stiamo cercando di ottenere i permessi tramite il Politecnico di Milano, tutte le autorizzazioni dei tester, ma stiamo utilizzando dei prodotti che comunque sono batteriostatici. Questa mascherina si può lavare fino a 20 volte e al momento viene venduta solo alle aziende che ne fanno richiesta per i propri dipendenti. La produzione è iniziata da pochi giorni, gli ordini per ora sono per 40.000 pezzi, l'azienda riesce a produrne, al momento, 14.000 al giorno. Noi, oggi come oggi, potremmo arrivare tranquillamente almeno a 35.000-40.000 pezzi al giorno, da quello che sappiamo noi, i dispositivi che mancano sono più di 90 milioni solo in Italia.

pubblicità
pubblicità