Mattarella a Torino per i 190 anni del Consiglio di Stato

12 nov 2021

Comincia con qualche minuto d'anticipo la giornata torinese del Presidente della Repubblica, che qui al Teatro Carignano celebra i 190 anni dalla nascita del Consiglio di Stato e i 50 dall'istituzione dei Tribunali Amministrativi Regionali, con gli interventi dei principali giuristi italiani. Dopo una visita al Museo del Risorgimento arriva l'abbraccio con i suoi amati giovani che lo aspettano nel quartiere Aurora, dove inaugura il Pala Sermig, questo palazzetto dello sport costruito in appena dieci mesi in un'area che prima era degradata e ora è stata riconsegnata ai ragazzi più in difficoltà. È qui che il Presidente prende la parola, con una riflessione proprio sull'importanza dell'attività sportiva e dei valori che la ispirano. "Le cose che appaiono impossibili non lo sono. È possibile purché vi sia iniziativa, fiducia, affidamento alla solidarietà. Nelle scarpe altrui, è un modo di dire che è molto significativo. Come mettersi nei panni degli altri, come diceva Ernesto. In realtà si scopre che sono i panni propri. Si scopre che la sorte degli altri è anche la sorte nostra, che si realizza insieme a quella degli altri". Nessun riferimento ad un suo eventuale bis. Il tiro per la giacchetta resta sospeso, come quello ad un pallone con queste scarpe da calcetto che gli regalano due bambini a cui il Presidente risponde così: "Se avessi mezzo secolo in meno le userei volentieri, grazie". Poi pranzo all'Arsenale della Pace, tappa fissa nelle sue visite a Torino, e appuntamento alla Fondazione Einaudi per assistere alla lectio magistralis del Ministro dell'Economia Franco su sostenibilità finanziaria e ambientale.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast