Microsatellite LiciaCube, in missione contro gli asteroidi

12 lug 2021

Si chiama LICIACube. Pesa appena 14 kg ed ha le dimensioni di una valigetta, 30cm x 20 x 10 più 80 cm di pannelli solari richiudibili, da cui trae energia. Questo microsatellite è un concentrato di tecnologia, tutta italiana, nata e sviluppata da Argotec, una giovane azienda ingegneristica aerospaziale di Torino. Eccellenza mondiale, riconosciuta dalla NASA. E proprio alla Nasa, LICIACube sarà consegnato nei prossimi giorni, per partecipare alla prima missione di difesa interplanetaria dall'attacco di un asteroide. "La sonda DART, del peso di circa 500 kg, impatterà fisicamente sull'asteroide Dimorphos, facente parte del sistema binario Didymos, del diametro di circa 160 metri, ad una velocità di 7 km al secondo. Questo genererà potenzialmente un cambiamento nella traiettoria di Dimorphos" "Potrebbe anche distruggersi l'asteroide?" "Assolutamente sì. L'obiettivo primario è quello di studiare tecniche per tutelarci in un futuro da impatti di asteroidi sulla Terra e quindi valutare se queste tecniche possono essere efficaci o meno". LICIACube, che viaggerà all'interno del satellite DART, svolgerà il compito di un inviato speciale sul posto. Perché quando la sonda americana arriverà nella sistema Didymos, a 11 milioni di chilometri dalla Terra, il nostro microsatellite verrà espulso. Schiuderà i pannelli solari e raggiungerà il luogo migliore a 50 km di distanza, per riprendere l'impatto e raccoglierne i dati. 10 giorni dopo DART, ad una velocità di 21000 km all'ora, si schianterà contro l'asteroide. "Il LICIACube grazie alle due sue camere ad altissima risoluzione, sarà presente lì al momento dell'impatto e quindi grazie una serie di fotografie, permetterà di essere appunto l'inviato sul posto, per poi mandarci dati direttamente qui a Torino, qui in Italia. Dati che riceveremo nel Mission Control Center". La sonda americana DART, con a bordo LICIACube, sarà lanciata nello spazio tra novembre 2021 e febbraio 2022. E dopo un anno di viaggio raggiungerà il sistema Didymos, per questo primo esperimento di difesa. "Al momento non c'è un pericolo che un asteroide delle stesse dimensioni di quello che andremo ad intercettare 11 milioni di chilometri, andrà ad impattare sulla Terra. Però è importante, in qualche, modo fare una prima missione mondiale per capire e verificare la capacità nostra di difendere il nostro pianeta. LICIACube sarà anche l'oggetto italiano completamente costruito nel nostro Paese, che andrà più lontano nello spazio.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast