Migranti, a Ventimiglia accoglienza continua

12 gen 2017

Un’emergenza che non si può più definire tale, perché da oltre due anni, Ventimiglia, città che confina con la Francia, è l’ultima frontiera per le migliaia di migranti che sbarcano sulle coste italiane e a fatica raggiungono quella che per loro è la porta dell’Europa. Dalla Francia, però, vengono riportati indietro e qui ad accoglierli è soprattutto il personale della Croce Rossa che gestisce il Centro Roya, inaugurato il 15 luglio scorso. Sorto su un terreno delle Ferrovie dello Stato, con l’ausilio dell’amministrazione comunale della città e del Ministero dell’interno, il centro accoglie al momento circa 400 persone, a fronte di una disponibilità di 380 posti; una situazione tranquilla rispetto ai mesi passati quando sono stati alloggiati qui oltre mille migranti al giorno. Non si tratta di un centro di identificazione né di espulsione. Le persone che arrivano qui dichiarano le proprie generalità per avere un documento che permetta loro di accedere ai servizi concessi, dai tre pasti principali al posto per dormire. Decine di volontari e dipendenti della Croce Rossa, ma anche di altre associazioni, prestano la loro opera nell’accoglienza in città, una città di oltre 20.000 abitanti che da oltre due anni vive una situazione non facile da gestire. Le famiglie con bambini sono state alloggiate nella chiesa delle Gianchette nel quartiere Roverino e lì si trovano anche le donne sole. Intanto gli operatori e i volontari raccontano di storie di speranza di ragazzi che cercano un futuro migliore. “Sono ragazzi che vogliono passare la frontiera, vogliono cercare una vita migliore, una vita dove possono studiare e lavorare”.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast