Migranti, covid e sicurezza. A Pozzallo arriverà l'esercito

12 ago 2020

Sono isolati nell'area protetta e sorvegliata dell'hot spot di Pozzallo 71 migranti asintomatici che sono risultati positivi al test per il covid19. Vengono monitorati costantemente dal personale sanitario dell'Asp di Ragusa e dai medici della croce rossa. La situazione all'interno della struttura è tranquilla, ospita in totale, 165 persone e non c'è problema di sovraffollamento. Nelle settimane scorse si sono registrate due fughe e adesso per scongiurarle il sindaco Roberto Ammatuna ha chiesto ed ottenuto che sia l'esercito a sorvegliare la struttura. Lunedì prossimo, infatti, arriveranno 90 militari che si occuperanno del presidio interno ed esterno per garantire la sicurezza della popolazione e dei migranti. Questa è una città che ha una tradizionale cultura dell'umanità e dell'accoglienza, ora c'è veramente grande allarme e timore. Io ho detto a chiare lettere ieri al comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che doveva aumentare gli uomini e i mezzi per controllare e per fare in modo che non ci siano più fughe, il prefetto ieri mi ha preannunciato che lunedì prossimo arriveranno 90 militari per presidiare questo centro. E intanto, per scongiurare il diffondersi dei contagi il Presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, ha preparato un'ordinanza per far sottoporre a tampone chiunque arrivi da Malta, Grecia e Spagna.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast