Migranti, decine di bambini sulla nave di Msf

27 ott 2021

Carica, sovraffollata la Geo Barents naviga a ridosso delle coste sud orientali della Sicilia per cercare riparo dal maltempo che da giorni interessa il Mediterraneo centrale e attende un porto in cui sbarcare 367 persone, dopo il no di Malta. Uomini, donne, famiglie con bambini. 172 sono minori e di questi 80 bambini, alcuni piccolissimi. Fuggiti dalla Libia da quei centri di detenzione che lo stesso Papa ha definito lager. Imbarcati su mezzi che non possono percorrere più di qualche miglio. Salvati da naufragio in cinque diversi interventi di soccorso mentre erano fermi in mezzo al mare su fatiscenti barche in avaria o gommoni dai tubolari ormai quasi sgonfi. L'equipaggio di Medici Senza Frontiere li ha intercettati mentre perlustrava il canale di Sicilia, poi rispondendo alla segnalazione di Alarm Phone, trovando però soltanto uno dei due gommoni che erano stati avvistati e in un caso intervenendo prima dei militari libici, salvando i migranti non solo dal naufragio ma anche dal ritorno in quelle carceri da cui si esce solo dopo violenze e su pagamento di riscatto. "Le persone che abbiamo soccorso venivano chiaramente da violenze in Libia da mesi se non anni di viaggio e moltissimi di loro avevano passato moltissime ore alla deriva quindi intossicati dai fumi della benzina. Il team di Medici Senza Frontiere si sta occupando di fornire loro cure mediche e psicologiche, in attesa di poter sbarcarle il prima possibile in un porto sicuro." Sul versante occidentale della Sicilia, a Trapani, si trovano i 105 profughi e migranti salvati la scorsa settimana dall'organizzazione spagnola Mayday Terráneo e rimasti sulla Aita Mari, una settimana prima che venisse autorizzato lo sbarco. 20 ragazzini soli sono stati trasferiti in una comunità per minori. Gli altri in quarantena sulla nave GNV dopo che in 17 sono risultati positivi al Covid. Numerosi negli ultimi tre giorni anche gli interventi delle navi militari a soccorrere diversi gommoni a largo di Lampedusa e in aiuto di un peschereccio, partito da Tobruch stracolmo con 339 persone. Rischiava di affondare davanti a Roccella Ionica.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast