Milano fashion week, un'apertura in solidarietà con la Cina

19 feb 2020

Un'iniziativa simbolica ma anche molto concreta quella della Camera Nazionale della Moda, che ha scelto di aprire la Fashion Week, dedicata alla donna del prossimo autunno inverno, con una sfilata di un designer cinese. La moda, come sempre, costruisce ponti e non alza muri, quindi noi vogliamo essere vicini alla popolazione cinese, che in questo momento sicuramente sta vivendo un momento difficile. Nello stesso tempo vogliamo mandare un po' l'esperienza della Fashion Week in maniera virtuale. Quindi trasmetteremo in diretta sfilate, presentazioni, backstage, interviste. Perché l'emergenza che la Cina, e con lei il mondo intero, sta fronteggiando è sicuramente un problema concreto, economico certamente, ma anche umano, come ci spiega bene, Brunello Cucinelli, in occasione della presentazione della nuova collezione. La preoccupazione per l’essere umano, almeno, nella mia anima, è ogni giorno abbastanza forte. Quindi è la prima volta che al mattino mi alzo e vado a vedere che cosa ci dicono i nostri grandi della terra, a proposito di questo grande tema. Sotto il profilo economico, vi devo dir la verità, non sono troppo preoccupato, come fui invece nel 2008, quando all'improvviso non si capiva che cosa stesse succedendo nell'umanità. E proprio ieri abbiamo avuto una lettera del nostro Presidente cinese, e lui dice “Abbiamo avuto anni di crescita importanti, questa riflessione ci serve anche per avere il coraggio di tornare a equilibrare la nostra crescita”.

pubblicità