Milano, riprende Astrazeneca senza troppe defezioni

19 mar 2021

Anche in Lombardia sono riprese le somministrazioni del vaccino Astra Zeneca. Destinatari soprattutto insegnanti e personale scolastico qualche rinuncia era attesa dopo lo stop di lunedì scorso, e la ripresa, a seguito dell'ok di Ema. Al museo della scienza e della tecnica a Milano non si è presentato il 25% degli iscritti. Un numero decisamente più alto rispetto al 6,7% pre stop. È andata meglio in fiera, sempre a Milano e negli altri presidi dove hanno disdetto circa il 10% degli aventi diritto. Ma il primo giorno della ripresa non può essere un giorno test sulla fiducia, meno al vaccino di Oxford. Il messaggio di conferma è arrivato nel tardo pomeriggio, dopo la decisione di Ema, ed è comprensibile che in molti non siano riusciti ad organizzarsi. Rimane comunque una sostanziale fiducia nei confronti della scienza. "La paura c'è, certo, come per qualsiasi altro medicinale. Però siamo convinti e siamo qua". " Io ho fiducia" "Questo stop non le ha creato qualche difficoltà soprattutto qualche dubbio?" "Non sarei sincera se dicessi di no, sono del parere che è l'unico modo per uscire da questo incubo. Quindi alla fine le paure si superano. I vaccini di chi non si è presentato all'appuntamento sono stati somministrati agli iscritti del mattino, in modo da esaurire le dosi, e gli aventi diritto della giornata, coloro che erano programmati durante i giorni di stop, verranno chiamati nei prossimi giorni e forse verrà allargata la somministrazione anche nel week end in quei presidi che ancora non lo fanno, per recuperare il numero dei previsti. Tutto sommato ci dicono i pazienti in fila per ricevere AstraZeneca un disagio sopportabile e c'è chi strappa anche un sorriso. Bisogna affidarsi, io non sono un medico, non capisco niente. Malattie ne ho avute tante, mi han sempre aiutato, speriamo che stavolta ci prendano, a meno che non sia la volontà degli studenti di farci fuori tutti in un colpo solo.

pubblicità
pubblicità