Miss Universiadi: "Napoli, mi hai fatto sentire bellissima"

07 lug 2019

Lei, Erika Seyama, è una 25enne atleta del salto in alto del regno di eSwatini, stato dell'Africa meridionale che fino all'anno scorso si chiamava Swaziland, e gareggia alle Universiadi di Napoli 2019. Ha stregato il pubblico dello stadio San Paolo, complice un'inquadratura quando è entrata in abiti tradizionali, durante la cerimonia inaugurale, ha fatto impazzire i social ed è stata subito rinominata Miss Universiadi. Una curiosità: i capelli lunghi con i quali ha sfilato non sono suoi. Lei indossa spesso parrucche e ne ha diverse. L'abbiamo intervistata: "Sono molto emozionata, non me lo aspettavo. Quando ho sentito quegli applausi sono stata felice. Non so spiegare bene la sensazione, ma è stata una bella sensazione". Di questa esperienza ama molto l'incontro tra persone diverse e poter mostrare al mondo la sua cultura. "Adoro che tutte queste culture si incontrino e adoro il senso di unità che stringe tutte queste persone. Questo significa che lo sport ha il potere di unire. Questo è il motivo per il quale volevo che partecipassimo alla sfilata con i nostri costumi tradizionali, per mostrare al mondo una parte della nostra cultura". Un pensiero Erika lo dedica anche migranti: "È una vergogna quello che sta accadendo nel mondo, ma dobbiamo aumentare la coscienza su questo tema. È qualcosa di cui discutere, per far capire a tutti cosa sta succedendo e prego perché questo possa aiutare a trovare delle soluzioni". E sul Napoli dice: "Grazie Napoli per il sostegno. Mi avete fatta sentire così bella. Vi adoro e sono sicura che tornerò qui per visitare questa città. Grazie".

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.