Monopattini elettrici, multe e polemiche a Torino

04 nov 2019

“Buongiorno”. “Ciao”. “Scusi, ma lei non ha paura di una multa?” “Il periodo è un po' caldo, però mi sono munito della delibera del Comune che mi porto sempre dietro. Il casco è allacciato, il segnalatore acustico ce l'ho”. Andrea è un monopattinista esperto e l'ordinanza che porta sempre in tasca, o meglio, sul cellulare, è questa. E' datata 30 ottobre 2019 e dà il via alla sperimentazione per 24 mesi della circolazione dei monopattini elettrici e dei Segway, che ora hanno la possibilità, quindi, di essere usati, ma ad una velocità che non superi i 20 Km all'ora ed esclusivamente nelle zone 30 Km/h e sulle piste ciclabili e ciclopedonali. “Al di fuori di queste come fa?”. “Al di fuori di queste, a piedi, me lo portò a piedi, viene con me però”. Qui a Torino la guerra del monopattino non è ancora finita perché sono arrivate le dimissioni irrevocabili, eccole, del Comandante della Polizia municipale, Emiliano Bezzon, dopo una settimana di polemiche con l'amministrazione comunale in seguito ad alcune multe comminate dai vigili a chi usava il monopattino in città. “Perché sono stati equiparati, i monopattini, ai ciclomotori, quindi sono sprovvisti di casco, alcuni di patente e targa e immatricolazione”. “Multe fino a?”. “Arrivano fino a 5.000. Poi a questa persona a cui è arrivata a 5.000 euro è stata portata a 1.000, però 1.076 euro di multa perché uno va sulla pista ciclabile mi sembra un po' esagerato”. Da qualche giorno è comparsa in città anche la prima segnaletica stradale necessaria all'inizio della sperimentazione, tutto, però, troppo in ritardo per non alimentare l'incertezza di una zona già parecchio grigia. “C'è volontà mia di capire che cosa abbiamo sbagliato sia lato politico, sia lato tecnico e riuscire a dare una risposta nel più breve tempo possibile ai cittadini rispetto alle modalità con cui si può usare il monopattino. Ci vorranno ancora 48 ore di tempo per dare informazioni certe, non voglio dare informazioni non certe in questo momento”.

pubblicità
pubblicità