Monteroni d'Arbia, chiuse le scuole per varianti

19 feb 2021

Non si sa come, ma la variante brasiliana di cui poco si conosce è arrivata a Monteroni d'Arbia, il borgo della provincia di Siena sulla via Francigena, cerca adesso di difendersi. - C'è questo clima un po' un po' strano perché è stato trovato questo contagio a questi bambini delle scuole. Speriamo che la situazione, insomma, non sia poi così critica come sembra. Io sto con i nonni, ho paura anche per questo. Esco il meno possibile. - Tutto è partito dalla scuola media del paese chiusa e riaperta per poche ore dopo la sanificazione e poi ancora richiusa insieme a tutte le altre nel comune alla scoperta di un caso della variante sudamericana. Abbiamo sospeso sia le attività didattiche e anche l'organizzazione delle attività sportive per quello che riguarda gli sport di squadra, quindi, di fatto, noi ci stiamo già comportando come se fossimo una zona rossa. Per arginare i danni si è organizzato anche uno screening con tampone molecolare per i ragazzi della Fucini. - Devo passare questa specie di cotton fioc prima un po' sulla lingua e poi un pochino nel naso, va bene? Queste varianti nuove quanto vi preoccupano? - Dal punto di vista di sanità pubblica, come ci preoccupava il virus versione 1.0. Per quanto riguarda la copertura vaccinale siamo in attesa che si completino gli studi e che i nostri esperti ci dicano qual è il grado di protezione. Allo stato trattiamo queste varianti con una maggiore attenzione. Teniamo alta la guardia anche nei nostri ospedali, ma fondamentalmente le regole di contrasto sono le stesse.

pubblicità
pubblicità