Morti in corsia, assolta l'infermiera Daniela Poggiali

25 ott 2021

Era stata condannata all'ergastolo per la morte di Rosa Calderoni, 78 anni e a 30 anni di carcere per il decesso di Massimo Montanari, 94 anni. La Corte di Assise di Appello di Bologna però, ha ribaltato la pena e ha azzerato tutto, perché il fatto non sussiste. Assoluzione piena per Daniela Poggiali. Torna immediatamente libera, l'infermiera dell'ospedale di Lugo di Ravenna, finita sotto inchiesta, dopo che era emerso che durante i suoi turni di servizio, il tasso di mortalità dei pazienti era 3-5 volte superiore, rispetto alla media degli altri infermieri. Morti sospette col potassio. Da questo punto partiva l'inchiesta, che si era concentrata sui casi di un paziente di 94 anni, appunto, morto a marzo 2014 e di un'altra anziana ricoverata e poi morta, ad aprile dello stesso anno. Davanti alla Corte di Assise di Appello di Bologna, si è svolto il terzo processo di secondo grado, per l'imputata che era stata condannata dalla Corte d'Assise di Ravenna in primo grado. Nei due successivi appelli a Bologna però, era già stata assolta. Ma entrambe le sentenze, erano poi state sconfessate dalla Corte di Cassazione. Di nuovo, l'appello-ter ribalta tutto, andando contro la linea della Procura, che aveva chiesto la conferma dell'ergastolo. L'imputata aveva sempre respinto ogni accusa e ora, si dice felicissima.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast