Morti per monossido, unica funzione per Alex e Luca

05 gen 2018

Le rose gialle e bianche, gli amici, tanti, le famiglie, e loro, morti insieme a causa delle esalazioni di monossido di carbonio mentre erano in vacanza con due amiche. Alex Ferrari e Luca Bortolaso, ventun anni, sono rimasti insieme fino all’ultimo. Il loro è stato un funerale unico, celebrato nella chiesa di Arzignano, in provincia di Vicenza, così come avrebbero voluto, così come hanno chiesto le loro famiglie, sostenute dai parroci dei comuni di residenza. Una scelta che la Diocesi di Vicenza spiega in questo modo: “La Chiesa, in questo momento di immenso dolore, desidera essere vicina con le parole della fede. Di fronte alla morte di due giovani, ogni altro commento ci pare quantomeno inopportuno”. “Rispettiamo il dolore di queste famiglie e degli amici di questi due ragazzi – conclude don Alessio Graziani – e preghiamo con loro e per loro, affidandoli a Dio, che solo conosce veramente il cuore di ogni persona”. Parole e gesti che assumono un significato particolare, se si pensa che è la prima volta che si celebra un funerale unico per una coppia omosessuale. “Alex e Luca non hanno mai nascosto il loro amore”, racconta mamma Gabriella. “Luca era in una fase molto felice grazie alla stabilità affettiva” ricorda. Nella tragedia è sembrato quasi un gesto dovuto la celebrazione di un funerale unico, un modo per celebrare la loro unione e forse anche per rispondere ad alcuni titoli di giornali, che hanno parlato dei ragazzi come di due amici, non come di fidanzati.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast