Napoli, sparatoria al mercato: 4 fermi

14 gen 2017

Quattro uomini sono stati fermati con l’accusa di avere sparato e ferito tre cittadini senegalesi e una bimba di 10 anni tra le bancarelle di Forcella il 4 gennaio passato. Due di loro, Gennaro Cozzolino, 39 anni, e Valerio Lambiase, 28 anni, sono ritenuti contigui al clan camorristico Mazzarella. Quest’uomo è Gennaro Cozzolino. Secondo la Polizia è colui che materialmente ha esploso i colpi d’arma da fuoco tra la folla. Lambiase, invece, imbracciava una mazza da baseball usata per picchiare ed è il fratello di Gianmarco Lambiase, un ragazzo ucciso il 1° marzo del 2015 a seguito di un regolamento di conti tra clan camorristici. Gli altri due fermati sono Luciano Rippa, 33 anni, e Gennaro Vicedomine, 25 anni, venditori ambulanti nel mercato della Maddalena, non legati al clan, ma avrebbero comunque collaborato con i camorristi per individuare i tre senegalesi da ferire, colpevoli di non aver voluto pagare il pizzo di 30 euro a settimana per bancarella che la cosca impone in questo mercatino. L’inchiesta, chiusa a tempo di record dal pubblico ministero Henry John Woodcock, ricostruisce dettagliatamente le motivazioni della spedizione punitiva di camorra, le fasi dell’aggressione e del ferimento dei tre venditori ambulanti stranieri e della bambina ed attribuisce ruoli e responsabilità dei fermati ritenuti a vario titolo responsabili dei reati di lesioni personali gravi, estorsione, tentata estorsione, porto e detenzione illegale di armi da fuoco, reati aggravati dal metodo mafioso.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast