No Green Pass, 4 indagati per aggressioni a giornalisti

12 nov 2021

Gli occhi sono puntati su cosa accadrà nelle prossime ore, su quelle manifestazioni dei No Green pass che si terranno, per il primo sabato dopo una lunga serie, alla luce delle nuove disposizioni del Ministero dell'Interno che ha imposto una stretta ai cortei, consentendo, solo in caso di preavviso, manifestazioni statiche e lontane dal centro. A Milano il sindaco Sala non nega la preoccupazione parla di un sabato della verità, mentre in prefettura si riunisce il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Sulle galassie collegate ai No Green pass intanto indagano le procure di mezza Italia, il sospetto è che in alcuni ambienti si stia alzando il tiro nell' andare contro gli organi di informazione accusati da chi protesta di mistificare la realtà. Il rischio è una potenziale escalation di violenza. La stessa che ha portato all'accusa di violenza privata aggravata 4 No Green pass per aver aggredito alcuni giornalisti durante le manifestazioni del 16, 23 e 30 ottobre scorsi a Milano. I carabinieri del nucleo informativo del Capoluogo Lombardo hanno perquisito le loro abitazioni su mandato della Procura antiterrorismo di Milano, coordinata da Alberto Nobili e sequestrato dispositivi informatici alla ricerca di materiale di divulgazione No vax, si tratta di quattro uomini, di età compresa tra i 53 e i 62 anni, accusati di aver avuto atteggiamenti prevaricatori nei confronti di alcuni giornalisti durante le scorse manifestazioni tanto, scrivono i magistrati, da aver impedito l'esercizio del diritto-dovere di Cronaca.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast