Noemi migliora, in Campania record vittime innocenti

09 mag 2019

Migliorano le condizioni della piccola Noemi, la bimba di 4 anni, colpita per errore da un proiettile durante un agguato e ricoverata all'Ospedale Santobono. La prognosi è ancora riservata e lei è sedata, ma è stata ridotta la ventilazione artificiale, respira meglio. Un segnale positivo, unito al fatto che gli esami effettuati hanno rilevato che il polmone destro funziona discretamente. Restano critiche le condizioni del polmone sinistro, maggiormente danneggiato dal colpo di pistola, ma non è escluso che i medici provino a estubarla per verificare se riprenderà a respirare autonomamente. Le indagini intanto sono serrate su un doppio fronte: quello della ricerca del killer e quello del movente. Tra le piste anche quella della vendetta privata in un quadro condizionato dalla criminalità. La piccola Noemi è l'ultima di una lunga serie di bimbi coinvolti in sparatorie. Sulla questione interviene Don Tonino Palmese, vicario episcopale della Chiesa di Napoli e Presidente dell'Associazione Polis, che assiste i familiari delle vittime innocenti della criminalità. Una lunga lista nella Regione che ha il maggior numero di vittime innocenti. Innocenti come Noemi, cioè che stavano facendo tutt’altro nella vita. In una Regione nella quale, evidentemente, si comprende sempre più che l'innocenza deve convivere, paradossalmente, con una città armata. Armata, ovviamente, non solo dalla mano violenta della camorra, ma armata da armi che oramai sono in giro e che vengono possedute da questi balordi che ritengono di utilizzare l’arma in qualsiasi circostanza, in qualsiasi ora e in qualsiasi avvenimento della loro vita.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.