Norcia, disagi per gli allevatori

12 gen 2017

Il freddo e il gelo si fanno sentire anche qui a Norcia, dove la colonnina di mercurio ha toccato anche i -15 gradi nei giorni scorsi. A risentirne sono quelle persone che hanno perso la casa a causa del terremoto del 24 agosto e del 30 ottobre scorso. Gli allevatori che hanno le stalle distrutte hanno ricevuto le tensostrutture provvisorie dalla Protezione civile. Si chiamano “tunnel” e verranno presto completati. “È una stalla sostitutiva che sta finendo l’agenzia forestale. Stanno facendo gli ultimi lavori. Penso che fra due-tre giorni metteremo dentro i capi di bestiame”. Gli allevatori che non hanno più un’abitazione hanno potuto usufruire dei MAPRE, che sono soluzioni abitative rurali, tipo container, provvisori, concessi solo a chi non può abbandonare il suo bestiame. Dopo la scossa del 30 ottobre scorso in Umbria, sono stati chiesti 35 MAPRE e quasi tutti sono stati consegnati. Per le stalle, circa 50 sono state le richieste e 5 sono arrivate. Assieme ai volontari del Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, andiamo a Forsivo, una frazione di Norcia, dove troviamo Giovanni Battista, allevatore che, per fortuna, ha la stalla ancora in piedi, ma lui dorme qui, in tenda, perché la sua casa non è più agibile. Altri allevatori dormono in camper, altri dentro casette di legno “fai da te”, in attesa che arrivino per tutti le soluzioni abitative provvisorie. Le prime 26 sono state assegnate ieri a Norcia tirando a sorte fra 89 aventi diritto. “Siamo a Norcia. Quella che vedete alle mie spalle è una tensostruttura provvisoria, ricovero momentaneo, per adesso, per gli animali. Li vedete. Ci sono delle pecore. È una tensostruttura ‘fai da te’, messa in piedi dai proprietari dell’allevamento”. “Abbiamo perso sotto le macerie una settantina di animali. Poi abbiamo avuto la perdita dell’ovile, del caseificio, del laboratorio dove impacchettavamo la lenticchia di Castelluccio. In più, tra me e i miei fratelli – noi siamo quattro fratelli – abbiamo perso, praticamente tutti, casa”. Anche fra mille difficoltà, questa gente vuole tornare alla normalità. Per questo, nessuna delle persone che abbiamo intervistato vuole lasciare Norcia.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast