numeri della pandemia, il bollettino del 19 ottobre

19 ott 2020

Ci sono 3 dati che meglio di altri spiegano cosa sia successo nelle ultime 24 ore. Il rapporto fra positivi e tamponi effettuati, il numero delle terapie intensive, i decessi. É vero, i nuovi positivi sono 9338, in calo rispetto agli oltre 11700 del bollettino precedente, ma è altrettanto vero che il numero di tamponi effettuati risulta essere molto inferiore, 98862, quasi 48000 tamponi in meno. Da qui il primo dato da tenere in considerazione, il rapporto fra positivi e tamponi che si attesta al 9,4 %, mentre prima era meno del 9 %. Insomma, aumentano in percentuale i positivi nonostante il numero di tamponi effettuati sia stato minore, complice anche la domenica. Sale anche il numero di decessi, più 73 nelle terapie intensive, più 47, cosi come il numero dei ricoveri ordinari, più 545. Questo grafico poi si riferisce alle regioni dove la percentuale di positivi rispetto ai tamponi effettuati risulta essere più alta, dati alla mano, è importante anche notare come nell'arco di una settimana rispetto, dunque, a lunedì 12 ottobre ci sia stato un raddoppio netto dei contagi. Da qui le raccomandazioni degli esperti, da qui la speranza di arrivare quanto prima al vaccino. Credo realisticamente che potremo far partire le vaccinazioni per le persone fragili, le forze dell'ordine, gli operatori sanitari nei primi mesi della prossima primavera, afferma il Presidente del Consiglio superiore di sanità, nonché componente del Cts Locatelli, che sottolinea anche la necessità di una strategia efficace sui tamponi, dal momento che l'Italia, aggiunge, è uno dei Paesi che ne fa più al mondo.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.