Omicidio Sacchi, Gip: versione Anastasia inverosimile

12 dic 2019

Tutto sembra girare intorno a lei. Le ipotesi investigative dell'inchiesta sull'omicidio di Luca Sacchi e sulla compravendita fallita di droga, che ne è stata la base, portano, infatti, sempre ad Anastasia, con gli inquirenti convinti che la sera del 23 Ottobre il giovane si trovasse nel luogo dove è stato ucciso, perché trascinato lì proprio dalla sua fidanzata. Considerata inaffidabile dal GIP Costantino De Robbio, che nel provvedimento con cui respinge la richiesta di revoca dell'obbligo di firma, definisce la versione della venticinquenne come lacunosa, inverosimile e in più punti scarsamente plausibile. Anastasia ha sostenuto di non essere a conoscenza del fatto che nel suo zaino ci fossero i 70.000 euro destinati all’acquisto di 15 chili di marijuana. La ragazza ha inoltre raccontato che Giovanni Princi, l'amico d'infanzia di Sacchi, gli consegnò i soldi in un sacchetto di carta, dicendogli che sarebbero serviti per comprare una motocicletta di provenienza, tra l'altro, illecita. Versione smentita, però, dalla ricostruzione investigativa; il denaro era talmente vistoso e voluminoso, da avere impressionato Valerio Del Grosso, presunto autore materiale dell'omicidio, tanto da spingerlo a modificare il piano originario optando per la rapina perché, ha affermato, non aveva mai visto una cifra del genere. Per il Giudice non c'è motivo logico per cui sia i testimoni che gli autori dell'omicidio mentano sul coinvolgimento della ragazza, nella compravendita della droga, mentre, al contrario, le dichiarazioni di Anastasia sembrano tese a sminuire la sua responsabilità. Intanto è stata notificata in carcere una nuova ordinanza cautelare ad Armando De Propris, padre di Marcello il giovane di San Basilio che ha dato l’arma a Del Grosso già a Regina Coeli, perché trovato in possesso di un chilogrammo di droga. I magistrati gli contestano anche il reato di detenzione illegale di arma da fuoco, ipotizzando che sia stato lui a dare al figlio la calibro 38, ancora non trovata, utilizzata per uccidere Luca.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.