Omicidio Sacchi, per gli inquirenti il quadro è chiaro

11 dic 2019

Per gli inquirenti il quadro è completo. I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno compiendo operazioni tecniche di natura non ripetibile sul cellulare di Anastasia, Giovanni Princi, sullo zainetto della fidanzata di Luca, gli effetti personali e le autovetture. Tracce sulla mazza, impronte sul bossolo di Del Grosso. Si cerca ogni indizio che possa servire a chiarire uno scenario già composto. Che cosa è successo la notte dell'omicidio di Luca Sacchi? Davanti al pub John Cabot dell'Appio Latino? E che cosa ha portato all'incontro di quella notte finito in tragedia? Con il passare delle ore, dubbio dopo dubbio sarebbe stata anche ricostruita la provenienza dei 70000 euro che dovevano servire per la compravendita della droga. Come cioè sia stata raccolta quella cifra. Non ci sarete alcun finanziatore. Nessuno che abbia fornito quel capitale. Novità sono imminenti per chiudere il cerchio. Gli inquirenti non credono ad Anastasia, al fatto che non sapesse di avere 70000 euro nel suo zainetto. Troppe cose non dette, troppe bugie. Fondamentale per arrivare a questo ulteriore passo in avanti, che sembra prossimo, la testimonianza resa da Domenico Munoz. Il quarto ragazzo che faceva parte del gruppo davanti al pub quella sera. L'amico di Luca che avrebbe riferito degli aspetti decisivi su quella notte, sui ruoli e i vari rapporti tra i protagonisti di questa brutta vicenda. Intanto i tempi del Riesame stanno scadendo. A breve l’udienza per alcuni degli indagati. Primo fra tutti Gianni Princi, accusato di tentato acquisto di sostanza stupefacente in carcere dal 29 novembre.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.