Omicidio Voghera, gip: da assessore rischio collettività

25 lug 2021

L'assessore può essere un rischio per la collettività. A scriverlo è la GIP di Pavia Maria Cristina Lapi, che motiva la decisione di confermare gli arresti domiciliari a Massimo Adriatici, accusato di aver ucciso Youns El Boussettaoui con colpo di pistola, come misura posta in capo ad un soggetto che, per sua stessa ammissione, ha dichiarato di non essere in grado di gestire una situazione del genere senza gravissimi rischi per la collettività, sostiene la GIP. Ed emergono alcuni particolari sul primo interrogatorio dell'uomo che nella notte tra martedì e mercoledì rendeva la sua versione dei fatti. Se avessi voluto sparare volontariamente, avrei esploso più colpi, sfruttando le caratteristiche dell’arma che consente di sparare in rapida successione. Posso dirlo anche in virtù dell’addestramento da poliziotto, ha detto agli inquirenti, spiegando come è partito il colpo che ha ucciso El Boussettaoui: entrando nel petto è sceso nell’addome. La direzione del proiettile, con gli accertamenti sul video della telecamera di sorveglianza, i dati degli esami tossicologici successivi all’autopsia sono solo alcuni aspetti da chiarire. Così come la mancata revoca del porto d'armi nonostante le numerose segnalazioni. E' stato Yuns ad avvicinarsi e a minacciare l'assessore, le immagini del video messo agli atti riprendono l'aggressione ma non il momento dello sparo. Ai PM, l'uomo ha detto di aver estratto l'arma per mostrarla. Ho sentito il colpo improvvisamente ha raccontato. Al GIP ha detto di avere ricordi confusi. Intanto la famiglia di El Boussettaoui, che dell'autopsia ha saputo solo dopo, chiede giustizia.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast