Ondata di maltempo in Italia, a Taranto disperso operaio

11 lug 2019

Vento, temporali, fulmini e devastazione. L'ondata di maltempo, annunciata dai meteorologi, ha colpito pesantemente la costa adriatica e la zona Jonica, causando danni per centinaia di chilometri, dalla Romagna fino alla provincia di Taranto. L'incidente più grave è successo nello stabilimento dell'ex Ilva, dove il forte vento ha fatto precipitare in mare una gru, un operaio di 31 anni risulta disperso e il rischio di altri crolli nella zona ha costretto i soccorritori ad interrompere le ricerche. Un incidente quasi identico a quello avvenuto nel novembre del 2012, sempre all'interno dello stesso stabilimento, quando un tornado causò il distacco della cabina di una gru e la morte di un operaio 29enne. I danni più consistenti si sono verificati in Abruzzo, ma l'ondata di maltempo aveva colpito in mattinata la costa romagnola e le Marche. A Milano marittima una tromba d'aria ha danneggiato più di 2 mila alberi, oltre a causare devastazione in stabilimenti balneari ed abitazioni private.

pubblicità
pubblicità