Operazione Gdf arrestati due usurai nel palermitano

29 gen 2020

Prestavano soldi a strozzo con interessi che superavano anche il 100% della cifra che veniva data agli imprenditori in difficoltà che, non potendo accedere ai prestiti bancari, si rivolgevano a loro che sulla carta erano titolari di alcune ditte che si occupavano della vendita di materiale edile, ma che in realtà si arricchivano con l'usura. Adesso due persone sono state arrestate dagli uomini del Comando provinciale della Guardia di finanza di Palermo, mentre altre tre risultano indagate a piede libero. Le indagini sono scattate grazie alla denuncia di un imprenditore che, non riuscendo più a far fronte alle richieste dei suoi aguzzini, ha deciso di presentarsi alla Finanza raccontando tutto, le minacce, le vessazioni di ogni tipo. Gli usurai sono stati pedinati ed intercettati per mesi. Gli investigatori, ascoltando le loro telefonate, si sono resi conto del metodo mafioso che gli arrestati mettevano in atto per minacciare le loro vittime. Durante l'inchiesta sono stati sequestrati appartamenti, conti correnti bancari e auto di lusso per un valore che supera i 5 milioni di euro.

pubblicità