Organizzò corteo ambulanze per sindaco Alfieri, arrestato

20 gen 2021

Tutto parte nel 2019, dal carosello di ambulanze in occasione della vittoria elettorale del sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri eletto con una coalizione di centrosinistra. L'inchiesta della procura di Salerno con la Polizia di Stato nasce dalle immagini che fecero scalpore sui social e porta a una vasta operazione sulle infiltrazioni criminali nel settore delle ambulanze e delle onoranze funebri. Misure cautelari per l'imprenditore Roberto Squecco arrestato e altre 10 persone tra le quali l'ex moglie Stefania Nobili, eletta in Consiglio comunale, che si trova ai domiciliari e una dirigente dell'ASL di Salerno, colpite da divieto di dimora. Il carosello di ambulanze ha rappresentato, anche per lo scalpore che ha determinato, un momento di evidenziazione di alcune criticità soprattutto per quanto riguardava la disponibilità di mezzi per il cui uso esisteva un rapporto di convenzione con le ASL e che invece disponibilità che era venuta meno a seguito dell'impiego in questa manifestazione. - Per gli inquirenti l'imprenditore già condannato per tentata estorsione per agevolare il clan Marandino, gestiva di fatto le varie associazioni che operavano anche in convenzione con la ASL intestandole solo formalmente a parenti e collaboratori. È stato eseguito anche contemporaneamente un sequestro preventivo di 16 milioni di euro. In questa operazione, per la prima volta in Italia, applicando una direttiva europea, gli inquirenti italiani sequestrano in maniera diretta anche un bene all'estero. Significa che il problema della delocalizzazione dei patrimoni mafiosi, le mafie investono all'estero, può essere efficacemente combattuta grazie a questa normativa. Questa è la nostra politica, la politica dell'azione centrale anticrimine della Polizia di Stato, auspichiamo che questo sistema, questa capacità di agire sul doppio binario venga applicato anche dalle altre procure della Repubblica. - Il sindaco Franco Alfieri, ex primo cittadino di Agropoli e attuale consigliere del Presidente della Regione De Luca per il master plan del litorale Salerno Sud, non risulta indagato in questo procedimento e dichiara l'estraneità dell'amministrazione comunale ai fatti contestati.

pubblicità