Palermo, con il south working molti giovani tornano a casa

21 ott 2020

Palermo, amata e abbandonata dai suoi cittadini, con una fuga di cervelli che negli ultimi decenni è diventata una vera emorragia, ora prova a richiamare i suoi figli, grazie al lavoro a distanza. “South Working è un'associazione che mira a permettere a chiunque di poter lavorare da dove desidera, in particolar modo dal Sud d'Italia.” “A marzo stavo seguendo un cliente in Sicilia, mi trovavo qui e la Lombardia viene dichiarata zona rossa, quindi non vado più via dalla Sicilia e attraverso il progetto South Working stiamo un po' provando a cambiare le cose, a sensibilizzare attorno al tema del lavora l'opportunità, sia per i lavoratori che per le aziende, di poter avere un approccio al mondo del lavoro a distanza e non legato a un ufficio e a un orario da rispettare.” “Per i territori in cui si pratica il South Working, ovviamente, è un vantaggio. Le persone che si trasferiscono, ad esempio a Palermo, consumano a Palermo e contribuiscono nell'incentivare l'economia locale.” “Vivere il Sud d'Italia con uno stipendio, diciamo, del Nord, che mi permette una qualità di vita sicuramente migliore, anche rispetto alle città estere nelle quali ho vissuto per tanto tempo.”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.