Palermo, corsi all'aperto mentre le palestre pronte aprire

10 feb 2021

Questa è la mia sala olistica, dove insegno power yoga, pilates e ginnastica posturale. Qui normalmente stavamo in 15. Cambiano i numeri e le regole, i locali e gli attrezzi continuamente sanificati, l'accesso vietato a docce e spogliatoi e una persona alla volta ad allenarsi. Le palestre potrebbero riaprire così, con lezioni individuali che però scontentano i gestori. Non permetterebbero di soddisfare quelli che sono i bisogni, perché comunque, affitto, utenze, istruttori. Ovviamente continueremo a sfruttare anche lo spazio esterno. Il giardino è una fortuna per una palestra come l'Ultreia, che ha potuto così proseguire le attività. L'allenamento all'esterno è identico all'interno, contingentato, con due metri di distanza. Il protocollo rimane sempre tale e quale. Complice il clima mite, molti istruttori continueranno ad allenare all'aperto. Come i corsi di nuoto sono stati trasferiti nel Golfo di Mondello, quelli di fitness si tengono nei parchi. Continueremo, perché la gente ha iniziato a godere anche dell'allenamento all'aperto. A Palermo abbiamo un polmone che è il parco della Favorita, quindi perché non sfruttarlo al meglio. Altri istruttori, come quelli della ASD Arces, hanno invece scelto la modalità online che permette agli iscritti di allenarsi da casa. Continueremo a farlo online, anche dopo la riapertura delle palestre. Anche per coprire le spese e con i singoli non riusciremmo a tener fronte a questa situazione.

pubblicità
pubblicità