Palermo, in zona rossa solo gli atleti nei centri sportivi

19 apr 2021

"Questa è l'unica pista a otto corsie che c'è nella provincia di Palermo. Vengono organizzate gare istituzionali della Federazione Italiana Atletica Leggera. Vedere praticamente il campo vuoto quando solitamente, nel pomeriggio, ospitiamo 120 bambini che fanno parte dei corsi di atletica leggera è una cosa che ti fa stringere il cuore". Nelle 15 strutture del CUS Palermo tra campi di calcio, tennis, piscine, al momento possono allenarsi solo gli atleti: nel palazzetto le squadre di pallamano e basket, in piscina quelle di nuoto e pallanuoto. Accanto alla piscina più grande sono stati sistemati alcuni attrezzi, organizzando una sorta di palestra all'aperto che, in zona gialla e arancione, può essere utilizzata anche dal pubblico. Adesso, in zona rossa, solo degli atleti. "Aspettiamo i decreti attuativi, siamo pronti a poter riutilizzare gli impianti e accoglie tutti sportivi palermitani". Gli impianti con palestre e piscine coperte dovranno aspettare almeno giugno. "Il settore legato ai bambini, la scuola nuoto adulti, è tutto fermo, le società sono in serie difficoltà per andare avanti e non vediamo l'ora di riaprire". Accanto ai trofei dei campionati vinti, sistemati in una teca, una vasca semi-olimpionica resta vuota per buona parte della giornata. Anche l'impianto Mimmo Ferrito funziona, come previsto dalla regolamentazione anti-Covid, solo per gli atleti. "In preparazione di gare nazionali, quindi, abbiamo questa deroga da parte del Governo per far nuotare tutti gli atleti agonisti". In attesa di riaprire al pubblico molti corsi di nuoto vengono organizzati nello splendido mare del Golfo di Mondello. "Per sfruttare e stimolare i nostri atleti a nuotare anche in mare dove non ci sono restrizioni".

pubblicità
pubblicità