Prato, DAD nel parcheggio della scuola primaria

16 mar 2021

Niente è semplice con la DAD quando si hanno sette anni. Cloe, Anna e Vittoria frequentano la seconda primaria Meucci di Prato e insieme alle loro madri combattono per difendere la quotidianità. Stamani abbiamo vestito le bambine come tutte le mattine della settimana. Ieri abbiamo fatto loro preparare lo zaino, con l'idea di venire a scuola, perché la scuola si fa a scuola e non a casa. I fratellini più piccoli, lasciati fuori su una coperta, si fanno leggere una storia. Roberta si inventa insegnante la mattina e il pomeriggio inizia il suo turno da infermiera. Cercherò di trovare delle soluzioni. Quando smonto dalla notte, verrò qui. Bisogna un pochino ingegnarsi. Il papà è un maresciallo delle forze dell'ordine e anche lui ha da fare. Ci chiudono la scuola, ma per la famiglia che facciamo? Mettiamo le persone a casa? Il congedo parentale? E se mi tolgono il 50%, cosa faccio? Vado avanti? Non ho uno stipendio da Ministro. Il Sindaco di Prato scrive a Draghi: anche zona rossa, chiudete tutto, ma non la scuola. C'è anche un appello dell'ANCI Toscana per istituti aperti con dei suggerimenti: screening di massa, tutore e più controlli nei luoghi dove si creano assembramenti. Ma ancora una volta deve ripartire la mobilitazione delle famiglie.

pubblicità
pubblicità