Presunte pressioni su Ama, la versione di Virginia Raggi

19 apr 2019

“Io non approvo un bilancio che viene dichiarato irregolare, un bilancio” “nel quale viene chiesto di approvare e riconoscere un credito che il Comune” “di Roma non riconosce e che garantisce premi a pioggia a quei dirigenti” “anche se la città è sporca. Mi dispiace, non funziona così”. Virginia Raggi spiega così la sua posizione nella querelle che la vede contrapposta all'ex Amministratore Delegato di AMA Lorenzo Bagnacani e che in queste ore l'ha riportata al centro della polemica politica. Bagnacani ha presentato un esposto contro di lei, accusandola di aver fatto pressioni perché il bilancio dell'azienda da lui guidata fosse modificato, stornando alcuni crediti che l’avrebbero fatto apparire in attivo e lei ora spiega il perché di quelle richieste. “Nessuna pressione, ma solo tanta rabbia”, aveva scritto su Facebook subito dopo la diffusione da parte dell'Espresso delle conversazioni audio registrate dallo stesso Bagnacani e usate a corredo dell'esposto. Tanta rabbia per chi non ha fatto bene il lavoro per cui era pagato pensando a prendere i premi aziendali anziché pulire la città. “Casomai le pressioni le ho subite” “io per approvare un bilancio non veritiero e corretto come” “attestato da tutti i settori del Comune” aveva poi aggiunto, ospite a Piazza Pulita. La questione ruota attorno ai 18 milioni di euro che l’AMA deve incassare per i servizi cimiteriali, che per l’AD sarebbero crediti certi, liquidi ed esigibili da inserire appunto nel documento contabile e per il Campidoglio invece cifre da tener fuori per non farlo risultare falsato. Nei file audio pubblicati dal settimanale si sente Virginia Raggi chiedere quella modifica perché Roma è fuori controllo, i sindacati fanno quel che vogliono, e la TARI non può essere aumentata perché i cittadini metterebbero la città a ferro e fuoco. In pieno caos rifiuti e con i lavoratori in agitazione il bilancio non verrà poi modificato e quindi approvato e Bagnacani sarà poco dopo licenziato.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.